Please enable Javascript to experience full features
Associazione "Amici di Don Arturo"
«Ricordati che il Signore ha operato segni e prodigi» (Ne 9,8s)

L'Associazione si pone l'obiettivo di mantenere viva la memoria di don Arturo e di diffonderne l'insegnamento scaturito dalla dimensione spirituale e culturale della sua poliedrica attività.

La sua testimonianza, ancorata alla preghiera ed al contatto vivo con la Parola di Dio, si è attualizzata nell'annuncio del Vangelo come messaggio di speranza e come fede potente nella Resurrezione.

STATUTO
» 5x1000 «
ASSEMBLEA 2011
DOMANDA DI ADESIONE
BUSTA ASSOCIAZIONE
PIEGHEVOLE ASSOCIAZIONE
EVENTI del decennale

Relazione annuale pertinente le attività svolte nel 2017

In Via Gervasi, 26, la sera di venerdì 18 maggio 2018, durante l’annuale Assemblea dell’Associazione “Amici di don Arturo Femicelli”, costituitasi nel 2004, si dà lettura della relazione annuale, come previsto dallo statuto. Sono trascorsi sedici anni dalla morte, ma il ricordo di don Arturo, sacerdote dal cuore di pastore (con l’odore delle pecore) amatissimo dai parrocchiani e da tanti forlivesi, è sempre vivo. La produzione che ci ha lasciato è imponente, e spazia tra audiovisivi, opere pittoriche, una sterminata quantità di materiale cartaceo in forma di appunti, bozze di pubblicazioni, pensieri, riflessioni, meditazioni. All’Associazione non manca quindi il materiale su cui lavorare per ottemperare agli obiettivi statutari: mantenere viva la memoria di don Arturo e valorizzare il suo insegnamento, affinché possa raggiungere le persone che intendono trarne ispirazione per la loro vita. -1- PARROCCHIA: L’Assemblea tutta, qui riunita, desidera esprimere gratitudine per i quindici anni di operato, ricco e fruttuoso, svolto da don Stefano Pascucci, primo successore di don Arturo alla guida della parrocchia “Santa Caterina”. I Consiglieri non hanno fatto mancare la loro presenza né alla Santa Messa di saluto, né alle celebrazioni previste per l’accoglienza di don Stefano nella nuova sede di Forlimpopoli. L’Associazione ringrazia il parroco don Giovanni Amati per averci confermato nella sede, spronandoci a mantenere viva la memoria di don Arturo. Infatti il 29 aprile: Festa di S. Caterina,ci ha permesso di consegnare al Vescovo mons. Livio Corazza alcuni scritti di don Arturo, pubblicati dalla nostra Associazione. In tale occasione il presidente ha sollecitato pubblicamente il Vescovo a raccogliere testimonianze e documenti di don Arturo, essendo già trascorsi 16 anni dalla morte, pur conservandosi vivo nel popolo la sua “aurea di santità”. -2- INIZIATIVE PERIODICHE: Le manifestazioni annuali in memoria di don Arturo si sono svolte, con buona partecipazione, attraverso la veglia del 29 settembre, che ha avuto per tema il pellegrinaggio, con proiezione di un video di don Arturo in Terrasanta, canti e recita di compieta. Nella Santa Messa del 4 ottobre il celebrante, don Germano Pagliarani, ha ricordato con gratitudine il ruolo di don Arturo nella maturazione della sua chiamata al sacerdozio. -3- LIBRI: In questi anni sono state curate molte pubblicazioni. In cantiere ci sono ancora due progetti che potrebbero concludersi con la stampa in questo anno. Il primo è un libretto con la parte del catechismo di don Arturo, (relativo alla contemplazione delle Bellezze naturali). Esso è presente in bozza cartacea corretta. Chi desidera integrarlo, potrà richiederne copia per correggere ed ampliare. Si propone ora all’Assemblea dei Soci di aggiungervi la raccolta completa dei fogli che don Arturo consegnava nelle case durante la benedizione pasquale. Si chiedono collaborazioni ai soci per continuare a lavorare sul catechismo di don Arturo. Per le illustrazioni, Daniela Montanari ha già effettuato a titolo gratuito delle opere da inserire nel catechismo. Si ritiene di non dover contattare altri illustratori. Il secondo libro sarà costituito da una biografia, cui il prof. Umberto Pasqui si sta cimentando da 20 mesi. Dovrebbe vedere la conclusione nel presente anno. Nessuno tuttora ne ha letto le bozze. Vista la consonanza fra la predicazione di Papa Francesco e quella di don Arturo, non solo nei modi e nello stile comunicativo, ma anche nei contenuti e nelle tematiche principali (di cui don Arturo appare sempre più profetico anticipatore), la VicePresidente Egle Sbaraglia (con l’approvazione del consiglio) ha spedito al Pontefice una selezione delle pubblicazioni dell’Associazione. In data 21 Dicembre 2017 ha ricevuto risposta dalla Segreteria Vaticana, nella persona di mons. Paolo Borgia. Lo scorso 2016, a grande richiesta, è uscita la terza ristampa del fortunatissimo calendario perpetuo, che ci accompagna ogni giorno dell’anno con una breve meditazione del sacerdote. Fra i libri, ricordiamo il volume antologico “Bere alla sorgente”, concepito per le celebrazioni del decennale, ma pubblicato nel 2015 per raccogliere il maggior numero possibile di testimonianze e documenti. Il professor Giacometti ci ha a sua volta restituito la figura fresca e innovativa di don Arturo educatore (al tempo in cui seguiva la formazione dei maestri cattolici) tuttora ricca di spunti per catechisti e insegnanti, dal titolo: “L’amore vince sempre. Alla scuola di Gesù educatore”. Nell’Anno Santo dedicato alla Misericordia è stato pubblicato “Siate misericordiosi come il Padre – Le opere di misericordia con don Arturo Femicelli”, che contiene un’omelia di don Arturo per ciascuna delle quattordici opere di misericordia, più un’omelia introduttiva al tema. Da tempo sono state raccolte, in 11 volumi, le omelie, distinte per anni liturgici, mentre sono in preparazione i commenti ai vangeli, che troveranno spazio nel sito dedicato a don Arturo (www.donarturo.org), di prossimo aggiornamento. I volumi cartacei che raccolgono le omelie rilegate (composte dai ciclostilati domenicali) sono consultabili e ritirabili dalle tre Biblioteche: la COMUNALE SAFFI in Forlì, la COMUNALE TORRICELLI in Meldola e la Biblioteca del LICEO CLASSICO MORGAGNI in Forlì. -4- CATECHESI, OMELIE E CANTI CONSERVATI IN AUDIO E IN FILMATI È stato pubblicato (negli anni passati) anche materiale audiovisivo in CD o DVD: catechesi, canti scritti e musicati da don Arturo e filmati. Il Consiglio Direttivo, composto da Attilio Gardini (presidente), Egle Sbaraglia (vicepresidente), Gabrio Monti (segretario), Romano Brusaporci (tesoriere) e Giovanna Ortali Pieri (consigliere), ha in mente altre iniziative, fra cui la trasmissione di una Messa a Radio Maria in una data significativa per don Arturo o per la parrocchia di Santa Caterina da Siena. -5- PITTURA: ACQUERELLI / PROVE D’AUTORE: Su iniziativa del Presidente, il Consiglio accetta che siano distribuiti tre acquerelli NON FIRMATI di don Arturo, a ciascun socio presente all’Assemblea, in regola con le quote. È altresì accolta la proposta che una selezione dei migliori fra i tanti acquerelli non firmati sia messa in vendita all’inizio e al termine della celebrazione eucaristica nelle giornate del 4 ottobre (S. Messa in memoria di don Arturo) e del 21 ottobre (S. Messa di insediamento del nuovo parroco, don Giovanni Amati). Alla bancarella, esterna alla chiesa, è stato dato un po’ di rilievo con un cartello di richiamo e l’esposizione di alcune pubblicazioni dell’Associazione. Il Consiglio dispone che agli acquerelli, raccolti in alcuni album sfogliabili, si attribuisca un valore simbolico compreso fra i 20 e i 50 €, a seconda della disponibilità degli acquirenti. La professoressa di arte Patrizia Boschi possiede alcune griglie verticali per esposizioni, in acciaio cromato, che si sostengono da sole, da lei acquistate, per gestire mostre. Poiché non le utilizza più, ha proposto di offrirle all’Associazione per 600 €, contro i 1000 da lei spesi per l’acquisto. Il presidente, Attilio Gardini, ha già parlato con don Giovanni proponendo una equa divisione della spesa (300 €) fra la parrocchia e l’Associazione, previa verifica dell’integrità delle griglie. Per utilizzare le grate, si propone di allestire ogni tanto una bancarella di opere di e su don Arturo curate dall’Associazione, affiancate da un paio di queste griglie ove esporre quadri rimasti dall’ultima mostra. Mostre antologiche delle opere pittoriche di don Arturo sono state organizzate più volte, e con successo: le ultime nel 2012, per i dieci anni del suo transito, e nel 2015, in occasione dei 90 anni dalla nascita. -6- COSTITUZIONE DI UN FONDO ARTISTICO INTITOLATO A DON ARTURO FEMICELLI presso il Liceo Artistico Musicale statale in Forlì. Insieme al prof. Ivano Natali, stiamo proponendo di costituire un Fondo artistico-musicale dedicato a don Arturo Femicelli presso la Biblioteca scolastica del Liceo Artistico Musicale Statale in Forlì (viale Salinatore, 17) – sulla falsariga del fondo librario costituito presso il Liceo Classico G.B. Morgagni – che contenga i dischi, gli spartiti e libri d’arte utilizzati da don Arturo. Il Consiglio ringrazia la prof. Gabriella Limarzi, che sta collaborando alla realizzazione di questo Fondo Artistico. -7- Sito: Il dominio del sito www.donarturo.org è scaduto. Tramite la ditta NewServ in Forlimpopoli, nei prossimi giorni sarà rinnovato e aggiornato. Per costruire un nuovo sito ristrutturato con nuovi collaboratori dovremo affrontare alcune spese. Nonostante il ricordo affettuoso di don Arturo da parte di molti, nell’Associazione si impegnano da anni più o meno sempre le stesse persone, e sarebbe gradito un affiancamento o un ricambio. Un’occasione può essere proprio questa Assemblea dei Soci. È infatti sempre possibile iscriversi all’Associazione, contattando il Presidente (attiliogardini@gmail.com), ma anche sostenerla con il 5 per mille, indicando nell’apposita casella della denuncia dei redditi il Codice Fiscale: 92053460405.

Auguriamo a tutti una serena estate accompagnati dalle parole di
don Arturo.

Il riposo e' preghiera

Dice Gesù ai suoi discepoli stanchi:

«Venite in disparte con me, in un luogo solitario e riposatevi un po’... E partirono sulla barca verso un luogo solitario...» (Mc 6, 31)

Ecco una delle pagine più terrene del regno dei cieli.

Gesù lascia le folle e parte in barca con i suoi discepoli, per trovare un po’ di riposo, in una passeggiata distensiva sulle acque tranquillanti del suo bellissimo lago...

Il riposo, la distensione fisica e psichica fanno parte del regno dei cieli, così come anche la più piccola gioia e consolazione terrena fanno parte della grande gioia e consolazione della fede.

Quante volte ci siamo accorti che alla soluzione di certi nostri problemi spirituali mancavano soltanto poche ore di riposo, di sonno, di rilassamento!

Il riposo è un comandamento.

La cosa più urgente e più intelligente da farsi quando si è stanchi è riposare. (...)

Quando nel riposo ci accingiamo a raccogliere i frammenti sparsi del nostro io, cominciamo un’opera che, condotta fino alla sua naturale conclusione, diventa preghiera. (...) Per riposare bisogna creare attorno a noi e dentro di noi il silenzio e imparare ad ascoltare la sua voce. La dolcissima melodia del silenzio ci risanerà il corpo e lo spirito... e si riempirà della voce onnipotente di Dio! Ascoltare il silenzio è mettersi all’ascolto di Dio.

Ma il vero riposo è in Dio. Solo in Dio troveremo completo riposo.

Dice Sant’Agostino: L’anima nostra, o Signore, è inquieta finché non riposa in te.

<<Affrettiamoci dunque a entrare nel riposo di Dio>> (Eb 4, 11)
(dall’omelia della XII domenica del tempo ordinario, 1982)

Preghiamo col salmista: «Il Signore è il mio pastore... su pascoli erbosi mi fa riposare». Affidiamo dunque in preghiera la nostra stanchezza; deponiamo nelle sue mani i nostri problemi; abbandoniamoci in Lui, come un bimbo fra le braccia della mamma e sperimenteremo quel vero riposo che Lui ci ha promesso!

Don Arturo Femicelli

Sulle montagne: il riposo

Nel silenzio della montagna, nelle sue solitudini, nell’incanto delle sue vette, nel verde dei suoi prati e nella pace delle sue valli, troverai riposo.

***

«Gli Apostoli si radunarono intorno a Gesù e gli riferirono tutto quello che avevano fatto e quello che avevano insegnato.

Egli dice loro:

«Venite voi pure, in disparte, in un luogo solitario e riposatevi un poco».

Poiché erano molti quelli che venivano e andavano, sicché non avevano il tempo neppure di mangiare.

E partirono in barca verso un luogo solitario per starsene appartati». (Mc 6, 30-33)

***

Quanto significative sono queste ore di riposo che Gesù concede a Sé e ai suoi Apostoli, sottraendole all’urgen-

tissimo impegno della predicazione!

Ore di riposo nel contatto serenante con la natura, nelle acque tranquillanti del suo Lago, bello come un lembo di cielo posato sulla terra.

La cosa più urgente e più intelligente da farsi quando si è stanchi è riposare.

Aggiungere stanchezza a stanchezza, qualunque sia l’urgenza del lavoro che ti attende, significa infrangere le più elementari leggi della vita.

La stanchezza, infatti, ci rende tremendamente vulnerabili a tutte le malattie del corpo e dello spirito, a tutte le forme più nocive di ansietà: lo scoraggiamento, l’irascibilità, la paura…

«La vita – scrive Gratry – dovrebbe comporsi di lavoro e di riposo, come lo svolgersi del tempo su questa terra si compone di giorno e di notte».

La medicina e la psichiatria fanno del riposo e del rilassamento una terapia insostituibile per l’iperteso uomo di oggi. Iddio ne ha fatto un solenne comandamento!

Don Arturo Femicelli
(da “L’anima nostra… sulle montagne” Tip. Angelo Raffaelli – Forlì – 1965 - pag. 9 – 10)

Assemblea soci 2017

La sera del prossimo venerdì 26 maggio si terrà l’annuale Assemblea dell’Associazione “Amici di don Arturo Femicelli”, costituitasi nel 2004. Sono trascorsi quindici anni dalla morte, ma il ricordo di don Arturo, sacerdote dal cuore di pastore amatissimo dai parrocchiani e da tanti forlivesi, è sempre vivo. La produzione che ci ha lasciato è imponente, e spazia da audiovisivi, a opere pittoriche, a una sterminata quantità di materiale cartaceo in forma di appunti, bozze di pubblicazioni, pensieri, riflessioni, meditazioni. All’Associazione non manca quindi il materiale su cui lavorare per ottemperare agli obiettivi statutari: mantenere viva la memoria di don Arturo e valorizzare il suo insegnamento affinché possa raggiungere le persone che intendono trarne ispirazione per la loro vita. In questi anni sono state curate molte pubblicazioni. Lo scorso Natale, a grande richiesta, è uscita la terza ristampa del fortunatissimo calendario perpetuo, che ci accompagna ogni giorno dell’anno con una breve meditazione del sacerdote. Fra i libri, ricordiamo il volume antologico “Bere alla sorgente”, concepito per le celebrazioni del decennale, ma pubblicato nel 2015 per raccogliere il maggior numero possibile di testimonianze e documenti. Il professor Giacometti ci ha a sua volta restituito la figura fresca e innovativa di don Arturo educatore (al tempo in cui seguiva la formazione dei maestri cattolici) tuttora ricca di spunti per catechisti e insegnanti, dal titolo: “L’amore vince sempre. Alla scuola di Gesù educatore”. Nell’Anno Santo dedicato alla Misericordia è stato pubblicato “Siate misericordiosi come il Padre – Le opere di misericordia con don Arturo Femicelli”, che contiene un’omelia di don Arturo per ciascuna delle quattordici opere di misericordia più un’omelia introduttiva al tema. Mostre antologiche delle opere pittoriche di don Arturo sono state organizzate più volte, e con successo: le ultime nel 2012, per i dieci anni del suo transito, e nel 2015, in occasione dei 90 anni dalla nascita. Da tempo sono state raccolte, in 11 volumi, le omelie, distinte per anni liturgici, mentre sono in preparazione i commenti ai vangeli, che troveranno spazio nel sito dedicato a don Arturo (www.donarturo.org), di prossimo aggiornamento. È stato pubblicato anche materiale audiovisivo in CD o DVD: catechesi, canti scritti e musicati da don Arturo, filmati. Il Consiglio Direttivo, composto da Attilio Gardini (presidente), Egle Sbaraglia (vicepresidente), Gabrio Monti (segretario), Romano Brusaporci (tesoriere) e Giovanna Ortali Pieri, ha in mente altre iniziative, fra cui la trasmissione di una Messa a Radio Maria in una data significativa per don Arturo o la parrocchia di Santa Caterina da Siena. Nonostante il ricordo affettuoso di don Arturo da parte di molti, nell’Associazione si impegnano da anni più o meno sempre le stesse persone, e sarebbe gradito un affiancamento o un ricambio. Un’occasione può essere proprio la prossima Assemblea dei Soci. È infatti sempre possibile iscriversi all’Associazione, contattando il Presidente (attiliogardini@gmail.com), ma anche sostenerla con il 5 per mille, indicando nell’apposita casella della denuncia dei redditi il Codice Fiscale: 92053460405.

VIP